A.S.O.O.T

Associazione svizzera di ossigeno ozonoterapia
Viale dei faggi 20
6900 Lugano-Cassarate
Tel. 091 976 07 40

ItalianFrenchGermanEnglishSpanish

Basta gambe gonfie e pesanti con l’ozonoterapia

Gambe gonfie dolenti e pesanti: cosa le rende doloranti e come l’ozonoterapia può essere d’aiuto

E’ in arrivo la bella stagione e come ogni anno, aumenta la voglia di scoprirsi e di mettere in bella mostra le gambe, togliendo stivali e calze in cui le abbiamo costrette durante il lungo inverno. La bella stagione, accompagnata dal caldo, può ripercuotersi in maniera negativa sulla circolazione in generale ed in particolare sulle gambe, creando problemi di circolazione e gonfiori. Un inconveniente che bisogna cercare di prevenire, alleviare anche con l’aiuto dell’ Ozonoterapia . Mantenere le gambe leggere e scongiurare il rischio di pesantezza è dunque possibile.

Cause delle gambe gonfie, pesanti e dolenti

ozonoterapia e trattamenti estetici a luganoFondamentalmente la sensazione di pesantezza e di tensione è data dalla ridotta capacità del nostro corpo di pompare il sangue dal basso verso l’alto, nella fase di “ritorno circolatorio”, con conseguente ristagno del sangue negli arti inferiori. Specie nel sesso femminile, si verificano disturbi agli arti inferiori, come sensazione di pesantezza, tensione, gonfiore alle gambe, alle caviglie e ai piedi. Anche se spesso tali disturbi compaiono alla sera, e vengono quindi considerati come ovvia conseguenza di una giornata faticosa, non devono essere sottovalutati, in quanto possono essere i primi sintomi di un’alterazione della microcircolazione degli arti inferiori. Il sesso femminile n’è più colpito a causa dell’azione degli ormoni estrogeni, che rilassano la muscolatura liscia delle pareti dei vasi sanguigni favorendo il ristagno del sangue; inoltre tali ormoni aumentano la permeabilità dei capillari, facilitando il passaggio dei liquidi nei tessuti circostanti, causando gonfiore. Ciò spiega il fatto che il verificarsi delle sensazioni di gambe gonfie e pesanti sia più pronunciato a partire dalla pubertà, nei periodi premestruali, nelle gravidanze e, a volte, in periodi precedenti o che accompagnano la menopausa. Altri fattori sono: il sovrappeso, la stitichezza, la vita sedentaria, la gravidanza, l’assunzione della pillola anticoncezionale, utilizzo di indumenti troppo stretti e/o tacchi alti e l’eredità.

Cosa fare?

Innanzitutto, il medico valuterà se sarà il caso di instaurare una terapia farmacologica e/o procedere con indagini più approfondite (consulto angiologico, doppler venoso e arterioso ecc). Una terapia molto valida per questo tipo di problemi è l’Ozonoterapia, ancora meglio se associata al linfodrenaggio meccanico. L’Ozonoterapia migliora l’attività della microcircolazione sia diretta che indiretta per il fatto che ottimizza l’elasticità della membrana dei globuli rossi, facilitandone la deformabilità e il passaggio nei piccoli capillari, e in questo modo facilita il rilascio dell’ossigeno ai tessuti. L’Ozonoterapia in angiologia è indicata in diverse importanti patologie, in particolare nell’insufficienza venosa agli arti inferiori e nell’ insufficienza arteriosa. Nel trattamento dell’insufficienza venosa cronica, si opera ormai da tempo riscontrando risultati positivi, sia sotto l’aspetto funzionale che estetico. I pazienti hanno evidenziato un miglioramento della condizione vascolare di entità oggettivamente significativa.

Come avviene il trattamento?

A seconda del tipo e della gravità della problematica, le vie di somministrazione si distinguono in:

A) LOCALE: infiltrazione sottocutanea mesoterapica
B) GENERALE: Autoemotrasfusione ozonizzata (si prelevano 100ml di sangue da una vena del braccio, che poi viene addizionato con l’ Ossigeno-Ozono e successivamente reinfuso endovena).

A.S.O.O.T Associazione svizzera di Ossigeno Ozonoterapia

Ti potrebbe interessare anche

2019-11-20T23:22:40+01:00