A.S.O.O.T

Associazione svizzera di ossigeno ozonoterapia
Viale dei faggi 20
6900 Lugano-Cassarate
Tel. 091 976 07 40

ItalianFrenchGermanEnglishSpanish

Maculopatia della retina ed ozonoterapia

Maculopatia della retina ed ozonoterapia

La maculopatia degenerativa senile è una malattia che colpisce in maniera selettiva la parte centrale della retina cioè la macula. Interessa le persone oltre i 65 anni e rappresenta la prima causa di deficit visivo nel mondo occidentale. Attualmente nessuna terapia è efficace per contrastare questa patologia, ma un trattamento promettente è rappresentato dall’Ozonoterapia. I dati presenti in letteratura medica permettono di proporla per rallentare e/o arrestare in modo significativo l’evoluzione della malattia.

Che cos’è la maculopatia e come opera l’Ozonoterapia?

I continui progressi scientifici hanno allungato la durata della vita media della popolazione. Allo stesso tempo, però, questa “estensione” corrisponde ad una maggiore possibilità di contrarre patologie tipiche della fascia più anziana della popolazione. Una di queste è la degenerazione della macula, che presenta un andamento progressivo e può portare alla perdita completa ed irreversibile della visione centrale. Normalmente i pazienti vengono trattati mediante la somministrazione di vitamine e antiossidanti che però, purtroppo, hanno un effetto soltanto palliativo.

La validità dell’Ozonoterapia si sta affermando dappertutto, è una procedura sicura che sta riscuotendo un gradimento sempre maggiore fra i pazienti in tutto il mondo. Questa terapia è finalizzata a rallentare e arrestare la progressione della maculopatia degenerativa della retina, migliora l’acutezza visiva e il benessere del paziente. I risultati migliori si ottengono nel trattamento della maculopatia asciutta o atrofica, in quanto si innescano una serie di meccanismi di difesa contro il danno ischemico e neurotossico impedendo così la morte dei fotorecettori a livello della macula.
Le cause di questa patologia non sono del tutto chiare. La Forma secca rappresenta la forma più frequente (oltre il 90%) caratterizzata da un esordio subdolo e cronicamente ingravescente. I sintomi iniziali possono facilmente essere sottovalutati e sono rappresentati da un certo grado di difficoltà alla lettura, con visione dei colori più sbiadita e necessità di ingrandimento maggiore delle immagini e maggior quantità di luce per leggere. La Forma umida è la forma meno frequente ma ad esordio più acuto e drammatico. L’Ozonoterapia è molto utile oltre che per la maculopatia, anche per le retinopatie diabetiche e per la retinopatia ipertensiva, perché riattiva il microcircolo oculare. L’acuità visiva migliora più rapidamente nei pazienti con un deficit iniziale, piuttosto che nei pazienti quasi ciechi. Per questo motivo è consigliato iniziare con l’Ozonoterapia il più presto possibile.

A.S.O.O.T Associazione svizzera di Ossigeno Ozonoterapia

Ti potrebbe interessare anche

2019-11-20T23:42:35+01:00